Ed ecco il primo dei fotoromanzi "inediti", ovvero quelli che in Italia non si videro mai in quanto mai realizzati.
Questi "inediti" sono anche, di fatto, gli ultimi episodi prodotti della serie e, per certi versi, sono anche i migliori e i pi¨ inquietanti. Se c'Ŕ una cosa di cui i fan devono rammaricarsi, Ŕ il fatto che la serie sia terminata proprio quando iniziava a farsi pi¨ interessante. Causa i sei mesi di stop dovuti al trasloco della produzione, se da un lato si dovette rimaneggiare il cast (molti attori avevano preso altri impegni), dall'altro si trov˛ il tempo per curare maggiormente le sceneggiature.
Il tema ricorrente di quasi tutti questi ultimi episodi Ŕ la mostruosa capacitÓ degli alieni di controllare le menti umane con vari mezzi, trasformando persone insospettabili in loro agenti.
In questo episodio riescono addirittura ad impadronirsi di un pilota della SHADO... con l'aiuto di un gatto. Qui viene anche espressa una nuova teoria sugli alieni: non pi¨ esseri condannati alla sterilitÓ e all'estinzione che sopravvivono grazie a trapianti, ma addirittura entitÓ incorporee che usano i corpi umani come veicoli, corpi tenuti in vita con i trapianti stessi. E questa capacitÓ degli alieni di possedere i corpi umani diventa la chiave di quasi tutti gli episodi successivi.
Questo episodio a suo tempo non venne trasmesso nŔ dalla RAI nŔ dalla TV Svizzera, ma venne poi incorporato nel film di montaggio "UFO: allarme rosso...attacco alla Terra!". Nonostante i tagli mostruosi e i dialoghi scandalosamente rimaneggiati, per i ragazzini dell'epoca (me compreso) l'impatto fu sconvolgente (grazie anche alla possibilitÓ della visione a colori): non a caso la TV lo aveva censurato...
Buona visione!


AVVERTENZA: Per leggere i fumetti Ŕ necessario Acrobat Reader.

IL GATTO CON DIECI VITE








COMICS                                   HOME